I Medici

Home/I Medici
I Medici 2017-05-11T16:28:08+00:00

TRE SECOLI
DI
POTERE, ARTE ED EREDITA’

POTERE

.

La Famiglia De’ Medici, amati e odiati allo stesso tempo, controllò Firenze fin dal Rinascimento lasciando il segno con la sua eredità per sempre. I Medici governarono Firenze per più di trecento anni, con alle spalle un passato di umili origini divennero i più grandi leader d’Italia e del mondo, cambiando la storia, modellandola e influenzando la vita economica, spirituale e culturale della società fiorentina.

Con sette Granduchi di Toscana (Cosimo I, Francesco I, Ferdinando I, Cosimo II, Ferdinando II, Cosimo III, Gian Gastone I) i Medici dominarono la città di Firenze e dei territori dello Stato Regione per oltre 300 anni. Il potere della famiglia fiorentina raggiunse anche Roma e il Vaticano con tre Papi Medici (Leone X, Clemente VII, Leone XI).

L’influenza della dinastia Medici uscì presto anche dai confini italiani con le regine Caterina de’ Medici (regina consorte di Francia come moglie di Enrico II dal 1547 al 1559) e Maria (Regina consorte di Francia e Navarra come seconda moglie di Enrico IV di Francia dal 1600 al 1610; Elisabetta di Valois (figlia di Enrico II di Francia e dell’italiana Caterina de’ Medici e regina consorte di Spagna come terza moglie di Filippo II di Spagna).

Potere medici dynasty show

ARTE

.

Quali “padrini” del Rinascimento i Medici sostennero con il loro denaro i più grandi artisti del tempo. L’influenza della dinastia de’ Medici nello sviluppo delle arti è testimoniata dalle innumerevoli opere che a distanza di sette secoli dal capostipite Giovanni di Bicci, padre di Cosimo il Vecchio e di Lorenzo il Vecchio caratterizzano ancora Firenze e non solo.

L’architettura fiorentina si deve in gran parte al loro mecenatismo e alla preziosa collaborazione con Giorgio Vasari. Cosimo I commissionò al Vasari l’ampliamento di Palazzo Pitti, con la realizzazione, in soli cinque mesi, del Corridoio Vasariano che slanciandosi attraverso i tetti della città ha unito i vecchi e nuovi palazzi del potere mediceo.

I Palazzi e le Ville Medicee progettati e costruiti dai più grandi architetti del tempo, sono orgogliosamente in piedi, ancora oggi.

Lorenzo il Magnifico, attraverso la sua Accademia di San Marco, permise la formazione di grandi talenti come Michelangelo che creò sculture, dipinti e monumenti per i Medici, tra cui Il Giudizio Universale all’interno della Cappella Sistina.

Il principe, capolavoro letterario di Machiavelli, la Venere di Botticelli, La nascita della primavera, e L’Adorazione dei Magi, finanche la presenza dei gioiellieri sul famoso Ponte Vecchio: niente di tutto ciò sarebbe mai esistito a Firenze senza i Medici.

Hanno promosso la nascita dell’Opera, il primo pianoforte fu creato all’interno delle mura del Palazzo Pitti, e le notevoli Cappelle Medicee dietro la loro chiesa di famiglia a San Lorenzo sono parte della loro eredità straordinaria.

Arte Medici Dynasty Show

EREDITA’

.

La famiglia de’ Medici controlló Firenze fin dal Rinascimento lasciando il segno con la sua eredità per sempre. La storia dei Medici a Firenze ha origine con Giovanni di Bicci: la cui vita (e morte) sono descritte nella serie TV Medici: Signori di Firenze. Il nostro spettacolo, The Medici Dynasty Show va in scena nella culla del Rinascimento mostrando il tramonto della loro Dinastia.

Attraverso lo spettacolo si rivive uno storico emozionante incontro tra fratello e sorella, Anna Maria Luisa e Gian Gastone, ultimi eredi della Dinastia a governare poiché senza discendenti.

La fama di Gian Gastone lo precede: l’ultimo dei Granduchi è famoso per il suo stile di vita dissoluto e indulgente. Meno noto per aver migliorato le condizioni di vita dei poveri, fu il primo Granduca a non applicare la pena di morte, e fece trasferire la tomba di Galileo in un posto d’onore nella Basilica di Santa Croce.

Anna Maria Luisa è ricordata con orgoglio per aver stipulato “Il Patto di Famiglia”, un contratto che garantì che il vastissimo patrimonio artistico della famiglia Medici non fosse portato mai oltre i confini di Firenze, o dallo stato della Toscana.

Dopo la morte di Gian Gastone, Anna Maria Luisa incarnava tutto ciò che restava della dinastia dei Medici, e cambiò la storia con la sua straordinaria visione.

Grazie alla sua lungimiranza espressa attraverso il Patto di Famiglia, l’anima del Rinascimento vivrà per sempre a Firenze.

Eredità Medici Dynasty